>>>

>>>

Ricevi gli Aggiornamenti su Facebook Clicca sul Pulsante "Mi Piace"

Powered By | Blog Gadgets Via Blogger Widgets

Non tutte le piante di Aloe sono uguali

Spesso mi arrivano delle mail con richiesta d'informazione, ovviamente rispondo sempre cercando di essere il più chiaro possibile.

Da oggi, se riesco :-), cercherò di postare alcune delle mail ricevute con le relative risposte, ovviamente sarà mantenuto l'anonimato del mittente, quindi non temere, se vorrai scrivermi puoi sempre farlo.

ecco la prima, buona lettura:

Mail: "ciao vorrei sapere gentilmente come posso prendere x bocca l'aloe vera visto che poseggo una pianta,x i vari problemi:tipo colesterolo,fegato ingrossato,calcoli alla colecisti,ci sono delle quantita precise e come si ingerisce.La ringrazio."

Risposta:
precisiamo subito una cosa, non tutte le piante di aloe sono uguali!
quelle adatte all'uomo sono solo 3 su circa 300 o 400 specie esistenti, quindi bisognerebbe sapere anche quale tipo di aloe possiedi.

non tutte le parti dell'aloe sono buone, infatti la parte che apporta benefici e solo il gel interno.

la buccia non va ingerita in quanto appena sotto di essa, prima del gel, c'è uno strato più scuro, sul marrone, che contiene una sostanza tossica chiamata aloina dal sapore amarognolo, ed anche se presa anche in piccole dosi provoca dissenteria e infiammazione intestinale e a lungo andare "distrugge" le cellule dell'intestino, per cui i preparati casalinghi vanno assunti per brevissimo tempo.
la normativa italiana in materia, prescrive il quantitativo massimo di aloina che può essere contenuto nel gel di aloe.

L'aloe è una pianta che assorbe tutto dall'ambiente circostanze, quindi se la pianta è esposta ad inquinamento, a fertilizzanti o a pesticidi, ti sconsiglio vivamente di assumerla, in quanto ingeriresti anche questi inquinanti.

l'aloe fatto in casa inoltre, non si conserva a lungo, infatti la preparazione va fatta lontano da luci e fonti di calore, perchè una volta tagliata la foglia, il gel si ossida entro 3 ore e perde gran parte delle proprietà.
la conservazione con alcol, che qualcuno adopera, non è comunque consigliata perchè l'alcol distrugge gli enzimi e le vitamine contenute nell'aloe, in pratica bevi un liquore all'aloe, oltre al fatto che alcol e fegato non vanno d'accordo.

se dopo questa premessa sei ancora intenzionato ad assumere l'aloe della tua pianta fai pure ma il mio consiglio è quello di non farlo o al massimo puoi usare il gel per alleviare scottature, punture di insetti o come crema idratante.

l'aloe che invece di consiglio e che uso è L'Aloe Vera Gel della Forever Living.
la Forever Living è un'azienda americana che coltiva, lavora, imbottiglia e distribuisce l'aloe in tutto il mondo da oltre 30 anni e possiede oltre il 93% delle coltivazioni di aloe presenti al mondo.

l'aloe è coltivato nei deserti dell'Arizona, Messico e Repubblica Dominicana, lontano dall'inquinamento cittadino.
l'unico fertilizzante utilizzato è la buccia che viene lasciata alla naturale decomposizione dopo l'estrazione del gel.

il gel viene estratto entro 3 ore dal raccolto, infatti gli stabilimenti di produzione sono tutti vicini ai campi, e viene stabilizzato attraverso un processo a freddo per non alterarne le proprietà.
per conservarlo in bottiglia vengono aggiunte piccole quantità di antiossidanti naturali, estratti da altri frutti.
le bottiglie di aloe vera gel contengono il 98% di aloe puro, senza aggiunta di acqua, e 2% di antiossidanti.

nelle bottiglie non è contenuta aloina, la quale viene eliminata con la buccia durante la lavorazione.

per quanto riguarda le dosi da assumere, non c'è una posologia ben precisa per nessuna delle problematiche citate nella domanda, in quanto non essendo un medicinale non vengono fatti studi in questo senso, tuttavia se ne consigliano 100 ml al giorno in 2 o 3 volte, possibilmente a stomaco vuoto.

esempio: 50ml la mattina a digiuno 20 min. prima di colazione e 50 ml la sera prima di andare a dormire almeno 2 ore dopo cena. poi comunque ognuno può adattare la dose alle proprie esigenze.

inoltre, per riscontrare dei benefici, se ne consiglia l'uso per almeno 3-6 mesi, in quanto essendo un prodotto naturale, ha bisogno di un po' più di tempo affinchè si possano vedere risultati.

ci sarebbe ancora molto da dire sull'aloe, spero comunque di aver risposto alle tue domande.

altre informazioni le trovi sul mio blog:



un caro saluto
Roberto

Nessun commento:

Posta un commento