>>>

>>>

Ricevi gli Aggiornamenti su Facebook Clicca sul Pulsante "Mi Piace"

Powered By | Blog Gadgets Via Blogger Widgets

Aloe Barbadensis Miller

L'uso dell' Aloe è molto antico, come testimoniato dal testo cuneiforme di alcune tavolette d'argilla ritrovate sul finire dell'Ottocento da un gruppo di archeologi nella città mesopotamica di Nippur, nei pressi di Bagdad, Iraq, e databili attorno al 2000 a.C. Nel testo si legge "... le foglie assomigliavano a foderi di coltelli". Da questa osservazione di archeo-botanica si evince la conoscenza da parte degli Assiri della pianta e di alcune sue proprietà, e il loro impiego della varietà di Aloe Barbadensis Miller, meglio nota come Aloe Vera.

Lo studio sistematico di questa pianta tuttavia iniziò solo nel 1959, grazie a un farmacista texano, Bill Coats, che mise a punto un processo per stabilizzare la polpa aprendo la strada alla commercializzazione dell'aloe senza più problemi di ossidazione e fermentazione. Parallelamente il governo americano dichiarò ufficialmente le proprietà curative di questa pianta per il trattamento delle ustioni. Da allora gli studi sull'Aloe sono molto attivi in tutto il mondo.

Da un punto di vista chimico, si possono distinguere tre grandi classi di componenti nell'aloe: gli zuccheri complessi - in particolare glucomannani tra cui spicca l'acemannano - nel gel trasparente interno, con proprietà immuno-stimolanti; gli antrachinoni nella parte verde coriacea della foglia, ad azione fortemente lassativa, e svariate altre sostanze di grande valore nutritivo, antinfiammatorio, antimicotico, analgesico, come sali minerali, vitamine, aminoacidi, acidi organici, fosfolipidi, enzimi, lignine e saponine......

2 commenti:

  1. Complimenti per l'articolo molto professionale e comprensibile a tutti. Concordo totalmente con quello che è stato scritto. Se si desiderano consultare online delle guide di Medicina, Omeopatia, Fitoterapia, Medicina estetica e tanto altro visitate il mio blog.
    Un saluto
    Giovanni

    RispondiElimina
  2. Sono sempre stata attratta dalle proprietà delle piante, ma nell'aloe trovo quel qualcosa di "magico" (almeno per quanto riguarda il mio caso). Se siete interessati ad usare prodotti veramente buoni (non li rivendo io, ma ne faccio uso) andate sul sito www.********.com e lì trovate vari prodotti, tra cui anche l'estratto con una percentuale del 99,5%.
    Mi fà piacere leggere tutte queste cose sull'aloe, anche se ormai è "usata" un po' troppo, dicono che ce ne sia nei fazzoletti, nei pannolini..ecc ecc..ormai è un business..bisogna, chi veramente interessato, controllare le quantità presenti e se non indicate, non fidarsi di prederlo!
    Un saluto a tutti..Alessia

    RispondiElimina